35 CV di potenza in più – 13% di consumi in meno

Le nuove Roadster a motore centrale Porsche 718 Boxster

A 20 anni di distanza dal debutto della prima Boxster, con il passaggio di generazione Porsche cambia anche il nome dei modelli: la nuova generazione si chiama 718 Boxster e 718 Boxster S. Le due posti aperte sono più potenti e più efficienti. Porsche si riallaccia così alla tradizione dei motori boxer a quattro cilindri delle auto sportive 718 a motore centrale. Negli anni ’50 e ’60 queste ultime vinsero numerose gare automobilistiche, tra cui la leggendaria Targa Florio e la 24 Ore di Le Mans.

Fulcro della gamma di modelli è il motore boxer a quattro cilindri di nuova concezione con sovralimentazione turbo. La 718 Boxster eroga 220 kW (300 CV) da due litri di cilindrata, mentre la 718 Boxster S eroga 257 kW (350 CV) da una cilindrata di 2,5 litri. Nel modello S, inoltre, Porsche introduce un turbocompressore con turbina a geometria variabile (VTG). Oltre che nella 911 Turbo, anche nella 718 Boxster S, Porsche è l’unico costruttore a introdurre la tecnologia VTG nei veicoli di serie con motori a benzina. Convincono sia il netto aumento di potenza di 26 kW (35 CV) rispetto ai precedenti modelli Boxster, sia l’efficienza dei nuovi motori turbo: i nuovi modelli 718 Boxster consumano fino al 13% di carburante in meno.

Il telaio dall’assetto interamente rielaborato e i freni potenziati assicurano un’entusiasmante sensazione di guida sportiva. La nuova gamma di modelli si presenta completamente rivisitata anche a livello di design: fatta eccezione per il cofano del bagagliaio, la capote e il parabrezza, è tutto nuovo. All’interno, un pannello comandi rinnovato caratterizza il cockpit. A bordo, inoltre, il Porsche Communication Management (PCM) dell’ultima generazione con moderno touch-screen è installato di serie. Il modulo di navigazione è disponibile come optional.