Motore e cambio

I nuovi motori boxer a quattro cilindri

Con la 718 Boxster, Porsche introduce due motori boxer a quattro cilindri con sovralimentazione turbo di concezione completamente nuova. Potenza ed efficienza sono nettamente superiori rispetto ai precedenti propulsori. Una serie di innovazioni assicura inoltre il tipico piacere di guida Porsche. I motori si caratterizzano per la risposta più spontanea, l’elasticità del numero di giri fino ai massimi regimi e, non da ultimo, per l’inconfondibile sound.

Porsche utilizza i motori boxer a quattro cilindri in due versioni di potenza: con cilindrata di 2 litri e 220 kW (300 CV) nella 718 Boxster e come gruppo da 2,5 litri con 257 kW (350 CV) nella 718 Boxster S. Rispetto ai modelli Boxster precedenti, ciò corrisponde a un incremento di potenza di 26 kW (35 CV). Anche la coppia è nettamente aumentata. Il motore da 2 litri della 718 Boxster raggiunge una coppia di 380 Nm, disponibile già da 1.950 giri/min e fino a 4.500 giri/min. Ciò corrisponde a un aumento di 100 Nm, pari al 35%. Il motore da 2,5 litri della 718 Boxster S raggiunge tra 1.900 giri/min e 4.500 giri/min una coppia di 420 Nm, ovvero 60 Nm in più rispetto al suo predecessore. Si tratta dell’aumento più elevato della coppia massima mai raggiunto prima d’ora nella storia della Porsche Boxster.

Balzo in avanti della coppia: sprint più veloci a qualsiasi velocità

I nuovi modelli 718 Boxster effettuano sprint intermedi con maggiore padronanza e accelerano ancora più rapidamente a partire da bassi regimi. La 718 Boxster con cambio PDK e pacchetto Sport Chrono balza da 0 a 100 km/h in 4,7 secondi, con una velocità di 0,8 secondi superiore rispetto al modello precedente. La 718 Boxster S, a parità di dotazioni, effettua tale sprint in 4,2 secondi ed è di 0,6 secondi più veloce rispetto al modello precedente. Al tempo stesso il motore è esuberante come quello di una tipica auto sportiva: la gamma utilizzabile termina solo a 7.500 giri/min, con un calo di potenza di solo il 5% tra regime nominale e regime massimo. Nessun altro motore turbo nel segmento della 718 Boxster raggiunge un simile valore. In modalità di guida sportiva, il conducente può pertanto sfruttare la potenza e la coppia del motore per un ampio intervallo di regime senza dover intervenire sul cambio. E alla massima accelerazione, dopo il cambio di marcia, è disponibile tutta la coppia del motore turbo. L’aumento di coppia risulta pertanto particolarmente evidente anche in caso di sprint intermedi nella fascia di velocità superiore a 100 km/h. La velocità massima raggiunta dalla 718 Boxster è di 275 km/h, mentre quella raggiunta dalla 718 Boxster S di 285 km/h.

Potenza ed efficienza superiori grazie al concetto turbo

I motori boxer turbo di Porsche convincono a livello di potenza ed efficienza. Il quattro cilindri turbo con cambio PDK della 718 Boxster, con i suoi 6,9 l/100 km in base al NCPE, consuma 0,7 l/100 km in meno rispetto alla Boxster precedente. Il motore boxer turbo da 2,5 litri con cambio PDK della 718 Boxster S si accontenta invece di 7,3 l/100 km. Ciò corrisponde a un risparmio di 0,9 l/100 km rispetto al modello precedente. Nel complesso ciò significa 35 CV in più di potenza a fronte del 13% di consumi in meno.

Le due varianti del nuovo motore boxer Porsche non si distinguono solo nella cilindrata. Nel propulsore di base un turbocompressore cosiddetto “wastegate” preme ulteriore aria nelle camere di combustione. Il motore più potente viene alimentato d’aria in modo forzato da un compressore con turbina a geometria variabile, una particolarità finora riservata in esclusiva mondiale alla 911 Turbo. Una wastegate supplementare nella 718 Boxster S, grazie al convogliamento mirato del flusso di gas di scarico, aziona il compressore con palette direttrici regolabili garantendo un rendimento sempre ottimale. In tal modo l’energia presente nel flusso di gas di scarico viene convertita in modo particolarmente efficiente in forza di propulsione.

Stessa risposta spontanea di un motore aspirato e funzione Dynamic Boost

Nella regolazione della turbocompressione dei gas di scarico, i progettisti Porsche hanno attribuito particolare importanza a una risposta del motore paragonabile a quella di un motore aspirato. A tal fine, in modalità di guida sportiva, viene peraltro utilizzato il “precarico” del turbocompressore nella fase di carico parziale. La valvola di bypass viene chiusa, l’angolo di accensione viene ridotto e la valvola a farfalla viene leggermente aperta. In tal modo l’attuale coppia motrice rimane costante, mentre l’apporto d’aria attraverso il motore e la compressione aumentano. Quando il conducente preme a fondo il pedale dell’acceleratore, grazie alla compressione superiore risulta spontaneamente disponibile una coppia maggiore. Anche quando il conducente solleva brevemente il piede dal pedale dell’acceleratore in fase di piena accelerazione, il sistema di propulsione turbo si comporta in modo reattivo come un motore aspirato. La valvola a farfalla rimane completamente aperta e viene solo interrotta l’iniezione di benzina. In tal modo la compressione non si riduce completamente e il motore reagisce in modo istantaneo alla successiva pressione del pedale dell’acceleratore.

Il turbocompressore reagisce in modo analogo quando viene premuto il pulsante Sport Response. Quest’ultimo, come nei modelli 911 in abbinamento al pacchetto Sport Chrono e al cambio PDK, si trova sul volante al centro del selettore del programma di guida. Ispirandosi allo sport automobilistico, il motore e il cambio vengono in tal modo preparati per 20 secondi a una risposta spontanea. Nella fase di carico parziale si chiude la wastegate del turbocompressore. Il risultato è una pressione di sovralimentazione generata più rapidamente. Il motore reagisce più spontaneamente ai comandi del pedale dell’acceleratore e raggiunge velocemente la propria potenza massima.

Raffreddamento indiretto dell’aria di sovralimentazione tramite circuito di raffreddamento ampliato

Un’ulteriore innovazione è il raffreddamento indiretto dell’aria di sovralimentazione. Per non modificare il design e l’aerodinamicità della 718 Boxster, i motori turbo sfruttano le prese d’aria laterali dietro le porte per aspirare l’aria e ora anche per il raffreddamento indiretto dell’aria di sovralimentazione. La riduzione della temperatura si ottiene tramite un circuito supplementare nel sistema di raffreddamento. A tal fine viene utilizzato uno scambiatore di calore sopra il motore, in cui l’aria compressa proveniente dal turbocompressore cede una parte del proprio calore al liquido refrigerante. Il liquido scorre infine attraverso un radiatore per ogni presa d’aria.

Le tecnologie derivate dai motori biturbo a sei cilindri e tre litri della 911 incrementano ulteriormente la potenza e l’efficienza dei sistemi di propulsione. La risposta del propulsore turbo a bassi regimi è perciò impostabile in modo ancora più fine sulla spontaneità sportiva tipica di Porsche. Merito dell’introduzione dell’albero a camme di scarico regolabile con sistema di commutazione dell’alzata delle valvole in aggiunta alla fasatura variabile sul lato di aspirazione, già nota dal modello precedente.

Impianti di scarico completamente nuovi per un sound emozionante

L’impianto di scarico di nuova progettazione garantisce l’elettrizzante esperienza del tipico sound Porsche. Nella 718 Boxster i gas di scarico scorrono attraverso un impianto con un singolo terminale ovale in acciaio inox spazzolato. La 718 Boxster S possiede doppi terminali rotondi in acciaio inox spazzolato, disposti centralmente. Due terminali sportivi rotondi, posizionati anch’essi al centro, caratterizzano l’impianto di scarico sportivo opzionale per tutti i modelli.

Cambio manuale a sei marce di serie, cambio a sette marce PDK a richiesta

I modelli 718 sono dotati di serie di cambio manuale a sei marce. Come optional è disponibile il cambio a doppia frizione Porsche Doppelkupplung (PDK). Per aumentare l’efficienza, il cambio PDK dispone della funzione start/stop automatica rielaborata, che spegne il motore già in fase di rallentamento inerziale. Il cambio PDK dispone anche di marce virtuali per il risparmio di carburante. A velocità costante la centralina di comando seleziona la marcia più alta possibile. Per stabilizzare il numero di giri del motore ed evitare i tipici scossoni dovuti alla marcia a basso regime, la frizione della marcia in questione commuta sullo slittamento ridotto.

Pacchetto Sport Chrono ottimizzato opzionale

Con il pacchetto Sport Chrono opzionale le caratteristiche sportive delle nuove 718 Boxster vengono ulteriormente migliorate. Come nella 911, oltre alle tre impostazioni “Normal”, “Sport” e “Sport Plus”, comprende anche il programma “Individual”. Tramite un apposito menu nello strumento multifunzione è possibile combinare in modo personalizzato PASM, impianto di scarico sportivo, funzione start/stop automatica e spoiler posteriore sulla base delle impostazioni programmate. Nelle vetture sportive con cambio PDK, si aggiunge il pulsante Sport Response al centro del selettore del programma di guida. Ispirato al mondo delle corse, configura in modo particolarmente diretto la risposta del motore e del cambio a doppia frizione Porsche Doppelkupplung (PDK), ad esempio in fase di sorpasso. In abbinamento al pacchetto Sport Chrono, il Porsche Stability Management (PSM) dei modelli 718 Boxster offre inoltre un programma commutabile separatamente: “PSM Sport”. In questo programma di guida particolarmente sportivo, il conducente più ambizioso può avvicinarsi ulteriormente al limite massimo di potenza del veicolo pur restando in un ambiente sicuro. In tal caso il PSM rimane attivo in background. In combinazione con il pacchetto Sport Chrono ottimizzato, ciò assicura un’esperienza di guida che avvicina ancora maggiormente la Roadster al mondo dello sport automobilistico.