Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /kunden/483505_50739/webseiten/motorshows/geneva-2016/wp-content/plugins/qtranslate-x/qtranslate_frontend.php on line 507
Modello speciale a edizione limitata con motore aspirato e cambio manuale
Modello speciale a edizione limitata con motore aspirato e cambio manuale

Un lupo travestito da agnello – la nuova Porsche 911 R

Con la nuova 911 R, Porsche svela al Salone dell’Auto di Ginevra 2016 una vettura sportiva purista di fattura classica: con un potente motore boxer aspirato da quattro litri e 358 kW (500 CV) e un cambio manuale sportivo a sei marce, la 911 R si inserisce nella tradizione della sua storica antenata: una vettura da corsa omologata per strada, risalente al lontano 1967. Costruita in miniserie, la 911 R (R sta per racing) è stata impiegata nei rally, nella Targa Florio e nelle gare da record mondiale.

Anche la nuova 911 R, come la sua leggendaria madrina, punta su una coerente struttura leggera, massime prestazioni e un’esperienza di guida senza filtri: con un peso totale di 1.370 chilogrammi, il modello speciale a edizione limitata, prodotto in soli 991 esemplari, è attualmente la vettura 911 più leggera. Con il motore aspirato a sei cilindri ad alto regime e cambio manuale sportivo, Porsche conferma ancora una volta la propria vocazione per le vetture sportive ad alte prestazioni particolarmente emozionanti. Forgiata nella fucina delle auto sportive, la 911 R amplia lo spettro dei potenti motori aspirati, alla stregua dei modelli da corsa 911 GT3 e 911 GT3 RS.

Nella parte posteriore della 911 R lavora il motore boxer a sei cilindri con quattro litri di cilindrata, già noto dalla 911 GT3 RS: il gruppo motore da corsa eroga 500 CV a 8.500 giri/min e tocca i 460 Nm a un regime di 6.250 giri/min. La vettura a motore posteriore rompe il muro del suono dei 100 km/h a partire da ferma in 3,8 secondi. In linea con il carattere purista del veicolo, la 911 a struttura leggera è disponibile esclusivamente con cambio manuale sportivo a sei marce. Le brevi corse d’innesto accentuano l’esperienza di guida attiva. La spinta in avanti della 911 R termina solo a 323 km/h. I consumi combinati di carburante in base al NCPE sono pari a 13,3 l/100 km.

Vettura allo stato puro: tecnologie tratte dallo sport automobilistico

La 911 R sembra nata per dominare le curve strette: Lo sterzo sull’asse posteriore di serie, appositamente progettato, garantisce un comportamento di sterzata particolarmente diretto e una maneggevolezza precisa pur mantenendo al tempo stesso una stabilità di guida elevata. Il differenziale meccanico autobloccante trasversale sull’asse posteriore crea la trazione massima necessaria. Il Porsche Ceramic Composite Brake (PCCB) di serie assicura la decelerazione massima. Misura ben 410 millimetri sull’asse anteriore e 390 millimetri sull’asse posteriore. I pneumatici Ultra High Performance delle dimensioni di 245 millimetri (anteriori) e 305 millimetri (posteriori) mantengono il contatto con la strada. Sono montati su ruote in lega leggera da 20 pollici con fissaggio centrale in alluminio opaco.

Il reparto progettazione del settore Motorsport ha appositamente adattato i sistemi di regolazione del Porsche Stability Management (PSM) per la 911 R. Una funzione di accelerazione intermedia per il cambio di marcia ottimale durante l’innesto di una marcia inferiore, attivabile premendo semplicemente un tasto, fa parte del repertorio della 911 R, così come il volano monomassa opzionale. Ne risulta un miglioramento significativo della spontaneità e della dinamicità del gruppo motore ad alti regimi. Per garantire un’idoneità illimitata all’uso quotidiano, è ordinabile su richiesta un sistema di sollevamento che aumenta di circa 30 millimetri l’altezza dal suolo in corrispondenza dell’asse anteriore premendo semplicemente un pulsante.

Con un peso totale di 1.370, la 911 R batte la 911 GT3 RS di 50 chilogrammi. Il cofano anteriore e i parafanghi sono in materiale composito in carbonio, mentre il tetto è in magnesio. Ciò abbassa il baricentro del veicolo. Il lunotto e i finestrini laterali del vano posteriore sono realizzati in materiale plastico leggero. A ciò si aggiungono l’isolamento ridotto degli interni e la rinuncia a un divano posteriore. Anche il climatizzatore opzionale e l’autoradio, insieme al sistema audio, sono stati vittime della cura dimagrante.

Un lupo travestito da agnello: look classico della 911 con la tecnologia delle vetture da corsa GT

Esternamente la 911 R presenta un’estetica discreta. La carrozzeria, al primo sguardo, appare identica a quella della Carrera. Solo il muso e il lato posteriore, tipici della 911 GT3, sono indicativi del luogo di nascita della 911 R: il settore Motorsport di Flacht. Dal punto di vista tecnico, sotto il cofano la 911 R sa il fatto suo: la tecnologia di trazione è derivata dalla GT3 RS. Tutti i componenti della struttura leggera della carrozzeria e il telaio completo provengono dalla 911 GT3. In vista dell’impiego su strada, non è tuttavia dotata di alettone posteriore fisso. Al suo posto sono previsti uno spoiler posteriore estraibile, già noto dai modelli Carrera, e un diffusore posteriore sottoscocca, specifico della versione R, per la necessaria deportanza. Gli spoiler anteriore e posteriore derivano dalla 911 GT3. L’impianto di scarico sportivo installato al centro è realizzato in titanio, materiale particolarmente leggero. Sul frontale viene utilizzato un bordo dello spoiler di nuova concezione. Le scritte Porsche sui lati del veicolo e le strisce colorate continue nei colori rosso e verde sull’intera parte centrale della vettura rivelano la parentela con la leggendaria antenata.

Il conducente si accomoda su un sedile ergonomico in carbonio con fascia centrale in tessuto pied de poule Pepita, in linea con le prime 911 degli anni ’60. I comandi dello sterzo vengono impartiti dal conducente mediante un volante sportivo GT “specifico della versione R” del diametro di 360 millimetri. Le operazioni di innesto vengono eseguite tradizionalmente tramite una leva del cambio corta, specifica della R, e il pedale della frizione. Le barre decorative in carbonio negli interni con una placchetta in alluminio applicata sul lato passeggero indicano il numero in edizione limitata della 911 R. Tipici dei veicoli GT, gli apriporta a forma di laccio.